Previous Next
UE COVID E TUTELA DEI MINORI  ALESSANDRA SERVIDORI     4 Giugno 2020 Il COVID-19 e la tutela dei minori... Read more
Opuscolo dalla parte delle malattie mentali TutteperItalia-NoituttiperBologna--Unimore- Cerchiamo insieme di conoscerci meglioA cura di... Read more
INPS: Rivalutazione pensioni e assegni familiari Alessandra Servidori   INPS : novità importanti per Assegni familiari e Rivalutazione pensioni... Read more
No alla criminalizzazione dell'educazione sessuale in Polonia QUI EUROPA    www.ildiariodellavoro.it  No alla criminalizzazione dell’educazione sessuale in... Read more
NO LA CANNA DI STATO NO Non condivido  anzi la  contrasterò con tutto il mio convincimento ( e non solo) questa proposta ... Read more
Lettera al Presidente Mattarella Scuola,bambini,genitori    All’attenzione del Presidente della Repubblica  Italiana SERGIO MATTARELLA     Dedicato... Read more
Offensiva litania la giornata italiana celebrativa contro la violenza sulle donne Alessandra Servidori  Stanca e offensiva litania la giornata italiana contro la violenza sulle... Read more
IL TRIO MHR NON VA BENE : ecco perchè Alessandra Servidori           IL TRIO MHR NON VA BENE : ecco perchè Il panico schizza su e giù... Read more
Il presidente Mattarella chiami Draghi   Alessandra Servidori www.ildiariodellavoro.it    L'unica possibilita' di salvarsi dalla... Read more
DISABILI :CHI ? Lettera aperta al Governo Conte Alessandra Servidori                                                    DISABILI  : CHI... Read more
Disabilità : scuola e lavoro.Proposte concrete Alessandra Servidori  DISABILITA’ : scuola e lavoro. Proposte concrete. 3 Dicembre 2015  Come... Read more
La lega e il suo programma demolitore Alessandra Servidori  blog startmagazine  11 agosto 2019 Se Borghi  presidente della commissione... Read more
La prevenzione,la salute e la sicurezza sul lavoro e anche questione di genere femminile Alessandra Servidori  La prevenzione la salute e la sicurezza sul lavoro è anche una questione... Read more
Brucia l'Italia,il suo territorio ma non il debito pubblico Alessandra Servidori BRUCIA L'ITALIA il suo territorio ma non il debito pubblico Aumenta il... Read more
ISABELLA SERAGNOLI :GRAN DONNA Alessandra  Servidori             ISABELLA SERAGNOLI filantropa DOC L’autunno  a Bologna è... Read more
EUROPA SOSTANTIVO PLURALE FEMMINILE https://formiche.net/2019/04/europa-sostantivo-plurale-femminile/ Alessandra Servidori          ... Read more
LEGGE DI STABILITA' che non ci stabilizza Alessandra Servidori        LEGGE DI STABILITA’ 2017  INTERROGATIVI  PIU’ CHE LEGITTIMI Abbiamo... Read more
Bruxelles ci chiede di essere un paese normale   Alessandra Servidori  formiche.net La lettera risposta a Bruxelles, questa sconosciuta:... Read more
Insisto : sempre sulla UE Alessandra Servidori  15 giugno 2018 Lezione 3 Non è mai troppo tardi. Anzi meglio tardi che mai... Read more
LAVORO e produttività Lavoro e produttività, come funzionano i nuovi incentivi  Alessandra Servidori  21 OTTOBRE... Read more
Bussola sulla salute Mentale TutteperItalia pubblica la Bussola sulla salute mentale, predisposta da TuttiperBologna, in... Read more
Dedicata alle persone disabili: non solo il 3 dicembre Alessandra Servidori 3 Dicembre Giornata internazionale dedicata alle persone disabili   ... Read more
Noi e il cancro Dalla parte delle persone “lungo sopravviventi” Ci chiamano così siamo sopravissute al cancro e... Read more
Le imprese cercano tecnici ma calano le iscrizioni agli istituti professionali Alessandra Servidori    Le imprese cercano tecnici ma calano le iscrizioni agli istituti... Read more
Stop compra/vendita bambini con utero in affitto Alessandra Servidori -Stop alla fabbrica dei bambini venduti :  il pronunciamento della  Grande... Read more
IPOCONDRIA da CORONA VIRUS  Alessandra Servidori L’irresponsabilità è fortemente contagiosa : ragioniamo e non diventiamo... Read more
PAPA FRANCESCO E LE SUE SCARPE Alessandra Servidori  22 dicembre 2016  PAPA FRANCESCO e le sue... Read more
Qui Europa :Blog Il diario del lavoro    Alessandra Servidori  22 Giugno il Diario del lavoro  Qui Europa: nuove iniziative... Read more
SMART WORKING e CORAGGIO dell'innovazione 2 ottobre 2015 Il lavoro che cambia - Lo smart working e il coraggio... Read more
Francesco e la giornata del Creato 1 settembre Alessandra Servidori       FRANCESCO ci invita a rispettare e ad amare madre terra   Oggi 1... Read more
NON c'è niente da festeggiare    8 Marzo 2019 – Se il Word Economic Forum afferma che solo  fra 108 anni il divario di genere... Read more
TREU al CNEL: assicuri anche la parità di genere Alessandra Servidori Treu Presidente CNEL : con lui aperta una stagione fortemente riformatrice... Read more
La scuola obbligatori l'ignoranza facoltativa   ALESSANDRA SERVIDORI       il Diario del lavoro  La scuola obbligatoria e l’ignoranza... Read more
NON siamo un popolo di brava gente Alessandra Servidori Non siamo un popolo di brava gente. Il silenzio è il peggior male che si... Read more
Renzi acchiappi la mano tesa di Monti Alessandra Servidori                         RENZI acchiappi la mano tesa di MONTI  Se fossi... Read more
ELEZIONI ELEZIONI?????!!!!!!!!    ALESSANDRA SERVIDORI Elezioni elezioni !!!!!????? Non ci infiliamo nella disputa politica ... Read more
SIAMO STANCHINE Alessandra Servidori                       SIAMO STANCHINE    14 OTTOBRE 2015 Siamo seri :... Read more
Lettera aperta a Elena Boschi Alessandra Servidori -  Lettera aperta a Elena Boschi L’evidenza è un fatto la calunnia anche.... Read more
Autonomia differenziata : a che punto siamo? Alessandra Servidori     START MAGAZINE 3 agosto 2019 Al frastuono segue il silenzio.... Read more
UN DEF DEMENZIALE e 4 anime colpevoli Alessandra Servidori  4 Anime : 1 in pena( Tria) 1 Spavalda( Conte) e 2 sciallate (Salvini e Di... Read more
Donne pace e sicurezza Alessandra Servidori                 DONNE PACE E SICUREZZA a che punto siamo in tutto il mondo ... Read more
Spadafora alle PO e giovani :non è una cattiva notizia Alessandra Servidori    -Se a Palazzo Chigi la delega alla pari opportunità e ai giovani va a un... Read more
NOVITA’ importanti per gli adempimenti in caso di assenza dal lavoro per malattia- AGOSTO 2016 Alessandra Servidori- NOVITA’ importanti per gli adempimenti in caso di assenza dal lavoro per... Read more
Competenze per le PMI : la grande sfida digitalizzazione QUI EUROPA Competenze per le PMI, la grande sfida della digitalizzazione                       ... Read more
LA GUERRA CONTRO LE DONNE La guerra sul corpo delle donne  Alessandra Servidori BLOG   La violenza subita dalle... Read more
IL PIL ITALIANO in declino CAMBIA VERSO SOLO PER I RENZIANI ALESSANDRA SERVIDORI                            Dopo Ferragosto  IL PIL  italiano in declino... Read more
La rete tra donne: RARISSIMA LA RETE TRA DONNE? COMPLICATISSIMA E RARA E QUANDO C'È È STRAORDINARIA La rete di collaborazione... Read more
IL SINDACATO ALLA PROVA DEI FATTI LAVORO    www.ildiariodellavoro.it  Il sindacato alla prova dei fatti Autore: Alessandra... Read more
LA CONCILIAZIONE TRA TEMPI DI VITA E DI LAVORO Presentazione del libro “La conciliazione fra tempi di vita e di lavoro” Giuffrè Editore, 2017 ... Read more

DIRITTO E POTERE -Scena terza

Alessandra Servidori - Diritto e potere scena terza-  29 maggio 2016

Proseguiamo con il  domestico testo della nostra caparbia volontà di “Illuminare” da qui a ottobre, le ragioni del dissenso che ci animano sul sentiero del governo renzista,in attesa del referendum sulla Costituzione modificata dall’animosità del  giovane toscano che, non sopportando il dissenso, ci chiama inciucisti antiblebiscitari , con quel frasario da boy scout misto a conservatorismo che,in questo contesto,parliamo da riformisti conservatori, ci fa anche piacere. Nella seconda scena  della narrazione intitolata Diritto e potere, abbiamo accennato ai provvedimenti che si trovano nel testo sottoposto al popolo italiano: cerchiamo di riprendere da lì . Una delle parole d’ordine che il trio  boschirenziverdini  ripete a manovella è “semplificazione politica all’insegna della realizzazione  della governabilità e dl vero bipolarismo“ . Ma non è vero. Infatti il binomio Italicum/ Revisione Costituzione, porterà ad un partito della nazione ballerino a seconda delle convenienze desiderate  dal giovanotto bulimico- o da chi vincerà- con un parlamento dittatoriale composto da una camera di nominati dai partiti che come  un caleidoscopio si formeranno a seconda dell’ impavido opportunismo  di una maggioranza e un para/senato di disegnati  per di più con il doppio lavoro e l’immunità. La distanza fra il monocameralismo e il bicameralismo con il Senato trasformato in camera di regioni discreditate è evidentemente una scellerata scelta che pagheremo con un pasticcio nell’attività legislativa del paese e di immobilismo di sviluppo dello stesso .   L’Italicum impedisce  la competizione fra coalizioni al primo turno e proibisce gli apparentamento al ballottaggio : così  al primo turno vi sarà una insalata russa di liste che con la soglia del 3%, mireranno semplicemente a conquistare qualche seggio e al  ballottaggio i due partiti/liste rimasti in campo si cercheranno  alleati che troveranno  attraverso la compra/vendita di  strapuntini. Le preferenze così si distribuiranno su tre poli. PD,5Stelle,Orfani della destra .Chi vincerà sottometterà con il ricatto. Così deve essere chiaro che non si costruisce un bipolarismo ma un inciucismo dittatoriale. La dittatura dunque è la forma di governo che verrà fuori da quanto hanno cambiato e dal chiaro ridimensionamento  dei poteri del Presidente della Repubblica. Mattarella o chi per lui non dovrà più nominare il Presidente del Consiglio, che sarà automaticamente il capo del partito che avrà ottenuto il premio di maggioranza, e non potrà più opporsi allo scioglimento del Parlamento quando quel capo di maggioranza lo riterrà opportuno e benefico per i suoi interessi di partito. Vediamo allora di ritornare a palla sulle ragioni che ci mantengono lucidamente dissidenti. L’economia  italiana, nonostante una confindustria  Bocciana filogovernativa ma spaccata, per il secondo anno consecutivo, non aprirà la “finestra di opportunità”  come declama Padoan per agganciare definitivamente la ripresa, visto che a fine anno,nella situazione più ottimistica, aumenteremo il pil di un punto (dopo che sempre il Pierpaolo  assicurava il +1,6%). Ancora : i giornali tutti renziani ed epurati dai dissidenti continuano a giudicare positiva una congiuntura che ci vede crescere della metà della media euro e di un terzo della se pur instabile Spagna, esattamente  arrancando non solo nel settore manifatturiero dietro la Gran Bretagna, Germania, Francia, dove siamo in coda su orario produttività e costo del lavoro.  E  sempre i mass media e i pupilli della comunicazione fasulla , si sbracciano nell’evocare il sole dell’avvenire sulla rivoluzione  industria 4.0 quando, signori miei, ricordiamoci bene ,  stiamo parlando di epoche di rivoluzione industriale: 1-meccanizzazione,2-industrializzzazione,3automatizzazione ,4 –ora- dunque di digitalizzazione. Ma stiamo prendendoci in giro? Il contesto internazionale cambia uniformemente per tutti, ma l’Italia cresce sempre meno degli altri, siamo in una situazione di stagnazione-deflazione, di una mancanza di politica economica  peraltro evidentemente sbagliate, con il debito pubblico di 2.229 miliardi il nuovo record storico, e non serve chiedere sui vincoli europei qualche decimale di flessibilità. Non possiamo  correre dietro a questioni politiche interne, perché se andiamo a studiare o più semplicemente a leggere i dati sul nostro export  vediamo con certezza  che è frenato dai paesi “emergenti”. Il nostro export extra europeo in questo trimestre è il peggiore dal 2009, con 2,3 miliardi di minori incassi. Le crisi in Brasile e in Cina e in Nord Africa con i migranti ,e i rapporti con la Russia,la brexit della Gran Bretagna bloccano gli interscambi commerciali che abbiamo,e la produzione industriale dell’eurozona a marzo cala di 8 decimi (contro aspettative di crescita piatta), mentre quella di febbraio è stata ribassata da meno 0,8% a -1,2. Il saldo degli investimenti esteri in Italia è  sceso dai quasi 13 miliardi del 2014 ai 2,4 del 2015 e non dà segni di recupero. La politica consiste nella capacità di creare le condizioni per le riforme. Insomma  gli investimenti produttivi e la crescita sono la priorità non la campagna elettorale.

Copyright © 2013 www.tutteperitalia.it. Tutti i diritti riservati.